Abbracciare l’ombra

Come l'energia dell'archetipo della Morte può rinnovare la tua vita.

Dall’Equinozio d’Autunno ci siamo addentrati nella fase buia dell’anno, e con Ognissanti e la Festa dei Defunti (Samhain in area celtica e nell’ambito neopagano) si celebra la sepoltura dei semi, necessaria alla loro rinascita. Questa è l’occasione migliore per riflettere sul fatto che l’oscurità – e con essa la morte – è necessaria al ciclo naturale, perché senza oscurità non avremmo un periodo di riposo che serve alla terra per riacquistare le proprie energie.

Così come il buio all’esterno ha ormai preso il sopravvento sulla luce, allo stesso modo lasciamo che il nostro mondo interiore si espanda, mentre l’energia di crescita e movimento verso l’esterno che ci aveva sostenuti nel periodo estivo sta via via scemando.

Se vogliamo vivere in armonia con i cicli della natura, in questo periodo dell’anno dovremmo rallentare i nostri ritmi e passare più tempo in casa e in famiglia. È il momento ideale per il riposo, la cura di sé, il nutrimento interiore. È normale avere più sonno: asseconda il tuo organismo e dormi un po’ di più, perché il viaggio che siamo invitati a fare, talvolta, si svolge nei reami del sogno.

È un periodo particolarmente adatto alla meditazione, al raccoglimento e alla visione: i semi si ritirano nel terreno, gli animali selvatici vanno in letargo, allo stesso modo noi dovremmo dedicarci ai cambiamenti del nostro corpo che si prepara alle giornate buie e fredde dell’inverno, e della nostra mente, più rivolta verso l’interiorità che verso l’esteriorità.

Per la Medicina Tradizionale Cinese la stagione autunnale è retta dall’energia dell’elemento Metallo: questo è il periodo in cui gli alberi lasciano cadere al suolo le foglie che, decomponendosi, arricchiranno di minerali e sostanze nutritive il sottosuolo dove, nel tempo, si formano i metalli. L’organo collegato a questa stagione è il Polmone – che è l’unico organo direttamente in contatto con l’esterno e pertanto più esposto agli agenti patogeni. Ecco che allora, in armonia con quanto ci suggerisce la natura, l’attività migliore che possiamo praticare per armonizzarci all’energia del Metallo è focalizzarci sul respiro. Il sapore collegato all’elemento Metallo è il piccante, così questo è anche il momento ideale per integrare, nella nostra alimentazione, spezie e ortaggi dal sapore piccante e pungente, che sprigionano la loro azione in direzione centrifuga e verso l’alto, facilitando la sudorazione e aiutando così a disperdere i fattori patogeni esterni che attaccano la superficie del corpo (raffreddore, influenza, dolori muscolari).

Ispirati dagli alberi che si stanno spogliando delle loro foglie, potremmo anche approfittare dell’energia di questo periodo per approfondire il lavoro di Vaglio che abbiamo fatto all’equinozio di settembre, e lasciare andare – lasciar morire – ciò che non ci va più della nostra vita e della nostra personalità, ringraziandolo, concentrandoci sugli aspetti di noi che andrebbero cambiati, prima di iniziare un ciclo nuovo e una nuova vita. Il lasciar andare, praticando un decluttering fisico ed emozionale, crea un meraviglioso “spazio vuoto” energetico, pronto per essere riempito di nuove magie che spunteranno presto, come le tenere foglie portate dalla primavera.

Stiamo vivendo un periodo di iniziazione e di discesa agli inferi: dobbiamo seguire la spirale che ci porta in contatto con la nostra interiorità, per poi seguirla in senso opposto e portare alla luce le nostre potenzialità che verranno espresse nel nuovo anno. Questo è anche un ottimo momento per confrontarti con il tuo lato Ombra: quella parte di te più oscura, che contiene gli aspetti che non ti piacciono, che temi o che disconosci. La Ruota dell’Anno ti sta invitando a fare amicizia con quella parte della tua personalità, accoglierla con amore e ascoltare il messaggio di cui è portavoce.

Nel nostro percorso di evoluzione spirituale è importante accogliere e onorare l’archetipo della Morte, che in questo periodo dell’anno si manifesta in tutto il suo oscuro splendore.

Possiamo riconoscere l’influenza di questo archetipo nella direzione interiore che prende l’energia della terra, della natura e della nostra vita. Adesso è il momento per guardare questa energia e accoglierla senza giudizio, come una parte fondamentale di noi e del nostro viaggio. Anche se ti sembra di viverla come un impedimento, collocandola in una visione più ampia scoprirai che questa energia introspettiva e meditativa è una benedizione: il buio della notte è un luogo di grande bellezza, magia e mistero, e tutto questo è alla tua portata, se solo accetterai di accoglierlo nella tua vita.

Ti ho convinta della bellezza di questo periodo dell’anno, che va oltre le classiche zucche intagliate e i travestimenti scherzosamente macabri? Se vuoi portare l’energia del tempo delle ombre nella tua quotidianità, scarica la “bucket list” di Samhain e scopri le attività tradizionali di questo periodo ad altissimo tasso di magia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.